Borgo Colognola

C

ome suggerisce il nome, Borgo Colognola nasce come insediamento agricolo, cioè come piccola colonia(1).

Il borgo agricolo di Colognola è documentato per la prima volta (con certezza*1) nella lista delle comunità perugine di Porta S. Angelo del 1260 "villa Colongnole". Nel 1282 nel distretto di "v. Colomgnole" di P.S.A sono censiti 11/12 focolai (famiglie), nel 1438 sono ancora 12, nel 1501 arriveranno ad essere 30(2)*2.

Dal XVI secolo i terreni di pertinenza del borgo furono riuniti sotto un'unica azienda composta da case coloniche, casa padronale, molino, corte e oratorio(1)*3.

Colognola è negli elenchi delle communità di P.S.A che compongono il territorio di Perugia nel 1772(3).

Il borgo cambia diversi proprietari fino a quando nel 1926 una casata di marchesi toscani lo vende a Pio Dominici, che lo ristruttura e lo usa a dimora privata; danneggiato dal tempo, guerre e terremoti, nel 2007 viene ristrutturato; oggi è un agriturismo(1).

Una chiesa di S. Faustino è confermata al vescovo di Perugia nelle bolle di Alessandro III nel 1169 e di Clemente III nel 1189 (vedere Proculiano e Colle San Cristoforo di Monte Tezio in La Pievuccia); nel 1332-34 la "ecclesie S. Faustini de Procolciano" è tra le chiese tributarie delle decime alla diocesi di Perugia(4); nel 1489 la chiesa di S. Faustino è localizzata in villa Colle S. Cristoforo con due terreni annessi(2)*4; questa chiesa non doveva però essere lontana dal borgo di Colognola visto che nel 1564 è citata come chiesa parrocchiale di "San Faustino di Villa Colognola" e che, insieme ad altre della zona, è unita a quella di S. Lorenzo della Rabatta(5).

Nel borgo di Colognla invece, v'è l'oratorio di S. Bernardino da Siena appartenuto alla Famiglia Cavaceppi(6)*3.

 

Ricerca e Sintesi

Strade e posti

Fonti

(1) cenerente.altervista.org Claudio Maccherani.

(2) Città e territorio tra medioevo ed età moderna.

(3) Diario perugino ecclesiastico e civile per l'anno bisestile 1772.

(4) Rationes decimarum Italiae.

(5) Le fonti per lo studio della popolazione della Diocesi di Perugia dalla metà del XVI secolo al 1860.

(6) Belforti-Mariotti.

Note

*1 Nel primo elenco delle comuntà perugine del 1258, in P.S.A è registrata la località di "Villa Ognole"(2), che potrebbe riferirsi a Colognola.

*2 Il nome di Colognola è usato in diverse località; oltre a questo borgo o villa di Colognola in P.S.A. presso Monte Tezio, v'è una villa o castello di Montecolognola (a volte detto solo Colognola) di P.S.S. tra Magione e Torricella; Colognola è anche una località presso Colle di Censo a sud di Castel Rigone (in "Dominatus Loci e signoria fondiaria in territorio perugino tra XII e XII secolo..."); un "vocabulum Colognole" è oggi "Casa Colognola", nei pressi di S. Martino in Colle in P.S.P. (in "Statuto del comune di Perugia del 1279"); un castello di Colognola (oggi scomparso o diroccato) si trovava anche nell'eugubino. La fonte(2) sembra a volte confondere Colognola di P.S.A. con Montecolognola di P.S.S..

*3 La fonte(1) chiama l'oratorio S. Francesco, la fonte(6) invece lo chiama S. Bernardino; ritengo più attendibile questa seconda pur non escludendo che nel tempo abbia avuto nomi diversi.

*4 A oggi non si conosce quale fosse la posizione esatta di villa Colle S. Cristoforo, ma non doveva essere lontana dalla pieve di S. Firmina (e quindi anche da Colognola), visto che questa ne entra a far parte.

La piccola cappella del borgo (foto da dimorestoricheitaliane.it)
 Indietro



 Indietro



Canneto Borgo Colognola

Strade e Posti